Condizioni di cessione / Terms

Il nostro non è un lavoro, ma solo una immensa passione, quindi alleviamo un numero molto  limitato e particolarmente selezionato di cucciolate in un anno. Programmare una cucciolata è uno studio che richiede mesi. Crescere una cucciolata, garantirgli un buon imprinting e una buona socializzazione necessita di tanto tempo, per questo crediamo che ciò non sia possibile allevando un numero elevato di cuccioli contemporaneamente.
Pertanto se siete interessati ad un nostro cucciolo è necessario prenotarsi in tempo.

Per prenotare il tuo cucciolo o per informazioni sulla cucciolata: info@celialabradors.com
Infoline: 334 2243783 - 333 8626557
  • I nostri cuccioli non vengono ceduti a negozianti, rivenditori, intermediari o terze persone che vogliono regalare un cucciolo, ma solo al nuovo proprietario definitivo.
  • I nostri cuccioli non vengono ceduti a chi vuole fare un regalo a figli o nipoti senza il consenzo consapevole e assoluto di tutti i componenti della famiglia. 
  • I nostri cuccioli nascono esclusivamente da riproduttori di qualità che abbiano sostenuto i controlli ufficiali riguardanti la displasia dell'anca, la displasia del gomito e le oculopatie ereditarie, regolarmente vaccinati ed in ottima salute.
  • I nostri cuccioli nascono in casa e non in box isolati, pertanto socializzano da subito con l'ambiente domestico e con chi ci vive.
  • I cuccioli nati nel nostro allevamento lasciano la propria madre solo dopo il compimento dei 60 giorni di età dopo essere stati controllati dal punto di vista sanitario,  accompagnati dal libretto sanitario e certificazione relativa alle vaccinazioni effettuate ed alle copie della documentazione relativa ai genitori, dopo l'inoculazione del microchip e l'iscrizione all'anagrafe canina.
  • I cuccioli nati nel nostro allevamento non vengono affidati a chiunque e continueranno ad essere seguiti da noi anche a distanza, un serio allevatore resterà sempre a disposizione dei nuovi proprietari e seguirà i suoi cuccioli con consigli per l'intera durata della vita dei cani.
  • Ai nuovi proprietari verrà consegnato un puppy kit contenente le crocchette usate per lo svezzamento, un'utile guida alla crescita del cucciolo ed un guinzaglio da retriever da noi realizzato. 
  • I NOSTRI CUCCIOLI NON SARANNO CEDUTI A CHI DA ADULTI PENSA DI FARLI DIVENTARE DELLE "MACCHINE DA CUCCIOLI", SI RIPRODURRANNO SOLO SOTTO IL NOSTRO CONSIGLIO, NON PRIMA DELLA GIUSTA ETA' E SOLO DOPO AVER EFFETTUATO I DOVUTI CONTROLLI UFFICIALI AD ANCHE, GOMITI ED OCCHI.

Per avere un'idea del valore in Italia di un cucciolo di Labrador Retriever selezionato per carattere, salute, morfologia ed indole, che abbia compiuto e superato il 50° giorno di vita, che sia svezzato, sverminato, con il microchip, munito del Pedigree LOI (denunciato all'ENCI), accompagnato dal Libretto Sanitario personale, dalle copie dei certificati sull'esenzione dalle malattie ereditarie dei genitori (displasia anca, displasia gomito) ed i loro Certificati d'Origine  (Pedigree) visita il "Borsino prezzi" sul sito RETRIEVER.IT    


Il pedigree, la carta d'identità del vostro cane.
Il Pedigree è la CARTA D'IDENTITA' del cane. Unico documento riconosciuto ufficialmente dall'ENCI e di conseguenza dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali; unico documento che certifica la proprietà del cane; unico documento che comprova la veridicità dei dati del cane in questione. La sua falsificazione è un reato punibile penalmente. Nel Pedigree si trovano i parenti (sino al 4° grado di ascendenza) così che si possa sapere con estrema precisione: le linee di sangue, le tare genetiche che potrebbero avere queste linee, quali i Campioni (Bellezza, Riproduzione e Lavoro) tra gli avi e tante altre cose che un allevatore serio sarà in grado di spiegarvi.

Un Cane di razza senza il suo documento d'identità (il Pedigree) è come un trovatello, senza storia, senza alcuna selezione (salute, morfologia ed indole), senza alcuna garanzia sulle tare genetiche, senza alcuna certezza che appartenga alla razza da noi prescelta (la somiglianza fisica non determina l'appartenenza ad una razza, l'abito non fa il monaco, un Labrador Retriever deve possedere anche quelle qualità caratteriali da Retriever, che lo contraddistinguono dalle altre razze).
Il cane o è di razza o non lo è; NON ESISTONO cani "quasi di razza" o "originali o puri senza pedigree".

Il pedigree è l’albero genealogico del vostro cane, non è solo un pezzo di carta riservato a cani dal "sangue blu"...  è la prova che dietro al vostro cane di razza è stato fatto un lavoro di SELEZIONE, che non riguarda solo la bellezza, bensì il carattere, la salute e la TIPICITA’. 
Leggete il pedigree dei genitori e chiedete tutto ciò che vi sembra opportuno all’allevatore, informatevi anche online sugli antenati e su quello che c’è scritto sul pedigree.

Il costo di un pedigree è di poche decine di euro per l'allevatore. Diffidate da coloro che vi chiedono una differenza di prezzo consistente tra cuccioli con e senza pedigree! 
Diffidate da chi non vuole mostrarvi le certificazioni sanitarie dei suoi cani e da chi vi dice “Il mio cane non l’ho mai lastrato alle anche ed ai gomiti perché sta benissimo! Non vede come sta bene?”…. 
Diffidate anche da chi vi mostra delle lastre, possono essere di qualunque cane e a meno che non siate dei veterinari ortopedici dubito che sappiate leggere l'angolo nelle anche da una lastra...
Diffidate da chi non sa rispondere alle vostre domande…. 
E diffidate da chi vuole darvi un cucciolo senza pedigree....
Non gettate via il vostro denaro acquistando dei soggetti di dubbia qualità e provenienza. I canili sono pieni di cani "quasi di razza" che aspettano una persona da amare. Adottatene uno, avrete un bellissimo CANE non spendendo un euro ed evitando quel commercio immondo a quei cuccioli che vengono importati dall'estero in condizioni TERRIFICANTI o provenienti da accoppiamenti casuali senza senso fatti da sprovveduti solo per guadagnare qualche euro...

 
Decreto Legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992Inoltre il Decreto Legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992 (in vigore da 20 anni che è andato a sostituire la legge n. 30 del 15 gennaio 1991) recepisce la direttiva europea 91/174/CEE relativa alle condizioni zootecniche e genealogiche che disciplinano la commercializzazione degli animali di razza, estendo l’applicazione anche a tutte le specie e razze che non erano contemplate nella legge n. 30, quindi anche a cani e gatti.  
Il Decreto Legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992 parla del concetto di “animale di razza pura” e stabilisce le regole per la sua commercializzazione, determinando una volta per tutte – e senza possibilità di equivoci – la definizione giuridica di “cane o gatto di razza”… e VIETANDO, di fatto, la vendita di animali sprovvisti di certificato genealogico.
Insomma, non solo il cane (o il gatto) senza pedigree non possono in alcun modo essere definiti “di razza” ma non possono neppure essere ceduti in cambio di denaro!
Infatti, all”art. 5, il decreto stabilisce che “è consentita la commercializzazione di animali di razza di origine nazionale e comunitaria, nonché dello sperma, degli ovuli e degli embrioni dei medesimi, esclusivamente con riferimento a soggetti iscritti ai libri genealogici o registri anagrafici, di cui al precedente art. 1, comma 1, lettere a) e b), e che risultino accompagnati da apposita certificazione genealogica, rilasciata dall’associazione degli allevatori che detiene il relativo libro genealogico o il registro anagrafico.
É ammessa, altresì, la commercializzazione di animali di razza originari dei Paesi terzi, per i quali il Ministro dell’agricoltura e delle foreste abbia con proprio provvedimento accertato l’esistenza di una normativa almeno equivalente a quella nazionale.

Alle stesse condizioni è ammessa la commercializzazione dello sperma, degli ovuli e degli embrioni provenienti dai detti animali originari dei Paesi terzi. Non sono ammesse condizioni più favorevoli di quelle riservate agli animali di razza originari dei Paesi comunitari.
Salvo che il fatto costituisca reato, chiunque commercializza gli animali indicati nei commi 1 e 2 in violazione delle prescrizioni ivi contenute è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da L. 10.000.000 a L. 60.000.000 (essendo il decreto antecedente all’avvento dell’euro, le cifre sono ancora espresse in lire).

Insomma, la commercializzazione è riservata esclusivamente agli animali accompagnati da pedigree!
I  “senza pedigree” non dovrebbero neanche essere venduti, e sicuramente non venduti come cani o gatti “di razza”:  all’art. 3 dello stesso decreto risulta che non potrebbero neppure essere ammessi alla riproduzione!

A questo link (che è quello dell’ANFI, associazione nazionale felina italiana) potete trovare il testo integrale del decreto.

-----------------------------------------------------------------------------------------
We breed a limited number of litters in a year. Breeding, imprinting and socialization needs  long time, so we believe can not be breed a large number of puppies at the same time.
So if you are interested to our puppy has to be booked in time.

To reserve your puppy or for information: info@celialabradors.com
Infoline: 333 8626557 - 334 2243783
 
The puppies will be delivered not before 60 days, weaned, wormed, microchip, with vaccination plan started and health card, Italian pedigree, puppy kit; will be given a copy of the official certification for hip dysplasia and elbow dysplasia.







Nessun commento:

Posta un commento